Paul non ha mai giocato a Beatles Rock Band


Paul McCartney
sembra invecchiare con una mancanza di grazia veramente senza pari. Dopo il terribile "non avrei mai pensato che sarei diventato un androide" pronunciato fra la freddezza e lo stupore generale sul palco della conferenza Microsoft all'E3 2009, Paul ha recentemente confessato di non aver mai provato The Beatles: Rock Band.


Non l'ho giocato, ha detto McCartney. Cioè, vorrei provarlo. La mia scusa è che io suono la chitarra. Ho suonato nel disco originale. Quindi l'idea di premere bottoni e cose a tempo è vagamente interessante, ma in effetti è molto più interessante fare un concerto così... (indica il pubblico)

Ora, capisco che dal punto di vista personale non dovrebbe fregare nulla a McCartney di suonare con un basso giocattolo le canzoni che ha scritto quarant'anni fa. Del resto
Rock Band non è un'alternativa al suonare uno strumento, è un'alternativa all'ascolto passivo di una canzone. Comunque, visto che il gioco riguarda lui e la sua carriera, non sarebbe stato assurdo provarlo. Così, giusto per vedere se magari fa schifo. Così, tanto per fare qualcosa durante i diciotto mesi di sviluppo del gioco. Così, tanto per avere l'impressione di avere in qualche modo guadagnato i milioni di sterline che The Beatles: Rock Band frutterà al caro, vecchio Paul.

4 commenti:

gallo177 ha detto...

eh beh, se facessero un gioco su di me e le mie canzoni, subito a comprarlo e a giocarci XD

Fred ha detto...

secondo me il vecchio Paul pensa che rock band sia una stronzata. anzi di sicuro lo pensa, altrimenti l' avrebbe sicuramente provato. Per lui è solo uno dei tanti modi per mungere la vacca Beatles.

ps:Non credo che Lennon e Harrison sarebbero stati d' accordo..

JacoPOP ha detto...

Ma scusa.. è una frase presa da un concerto, per far sentire il pubblico importante.

Mica avrebbe potuto dire "sapete, stavo giocando a Rock Band e ho pensato - meglio in salotto che in uno stadio con quei quattro stronzi! -" l'entusiasmo del pubblico sarebbe volato alle stelle.

Preferisco ricordare Paul ubriaco sul palco dell'E3.

ferruccio ha detto...

A parte la superficialità insita nella frase "meglio suonare in un concerto che premere bottoni a tempo" (grazie a sua sorella: è evidente, ma non è che si gioca a Rock Band invece di andare in tour per il mondo col proprio gruppo)...
A parte questa superficialità, quindi, il problema è che The Beatles Rock Band è potenzialmente un prodotto importantissimo per il futuro dei Beatles come idea e come "leggenda". Almeno provare a giocarci, secondo me, sarebbe stato un segnale che Paul almeno un pizzico ci crede nell'eredità spirituale del gruppo.
Mah, secondo me è sintomatico che dietro il progetto ci siano innanzitutto e soprattutto il figlio di Harrison e Yoko Ono, che sembra siano stati quelli che più si sono sbattuti a controllare qualità e coerenza del gioco rispetto allo "spirito" dei Beatles.

Posta un commento

 

Copyright © 2009 Single player nerd co-op Designed by csstemplatesmarket

Converted to Blogger by BloggerThemes.Net