lose/lose - il gioco virus


lose/lose è un gioco che non vorrete giocare. Non è che sia brutto (o forse sì, visto che neanche io l'ho giocato né ci giocherò mai), è che è impossibile giocarci senza rischiare di distruggere il proprio PC. Più che un gioco indie, lose/lose è un esperimento. A prima vista è uno shoot 'em up classico a scorrimento verticale: la navicella del giocatore può sparare, mentre gli alieni non rispondono al fuoco e fanno solo da ostacolo. La caratteristica peculiare di lose/lose è che per ogni alieno distrutto il gioco cancellerà un file a caso dall'hard disk in cui il gioco è installato. Nel caso in cui la propria navicella venga distrutta, il gioco si disinstallerà automaticamente. Symantec lo definisce come un virus, visto che far partire il gioco comporta il rischio che importanti file vengano distrutti.


In realtà lose/lose è una sorta di roulette russa con fini artistici. L'autore del gioco, Zach Gage, ha dichiarato che lo scopo del gioco è far riflettere sul valore enorme che le informazioni sui nostri PC hanno ormai raggiunto. Un altro livello di lettura più sottile è dato dal fatto che non è ben chiaro il contesto in cui si svolge il gioco: gli alieni non attaccano, quindi non è chiaro perché si dovrebbe distruggerli. In fondo l'unico modo per non causare danni permanenti al proprio PC è non distruggere gli alieni, quindi l'interpretazione "pacifista" potrebbe essere esatta. Tuttavia, il gioco ha un sistema di punteggio basato sul numero di nemici uccisi. Nella homepage dedicata a lose/lose potete trovare una classifica. Lo stesso Gage si è detto sorpreso che qualcuno abbia voluto provare il gioco, o che ci abbia giocato così tanto da scalare la classifica.



lose/lose from zach gage on Vimeo.

5 commenti:

gallo177 ha detto...

ma è da matti giocare a sto "gioco"!! nn si puo.. -.- capace ti cancella un file importante per l'avvio di windows e a quel punto ti parte il pc :/

nikazzi ha detto...

Geniale! °0°

fomento ha detto...

è un pò come fumare o bere... ti fa male ma lo fai lo stesso, forse però c'è meno euforia?!?!

hal ha detto...

vabbe', che ci vuole a farlo partire su una virtual machine :D

ferruccio ha detto...

Maledetti hacker

Posta un commento

 

Copyright © 2009 Single player nerd co-op Designed by csstemplatesmarket

Converted to Blogger by BloggerThemes.Net