Bayonetta - pistole, pupe & gameplay


Fin dalle primissime foto/
filmati, Bayonetta ha esercitato su di me un richiamo a dir poco magnetico: art-direction di primissimo ordine, presenza contemporanea di Mikami (Resident Evil), Inaba (Viewtiful Joe, God Hand) e Kamiya (Devil May Cry), pistole ai piedi e porno-streghe sono premesse troppo grandi per lasciar spazio allo spettro di uno possibile delusione. A tutto questo si sono poi aggiunte nel tempo ben due perfect scores tonde tonde (il 10/10 dell'albionica EDGE e il 40/40 di Famitsu). Ora, non che voglia dire più di tanto, ma la coincidenza desta quantomeno interesse.


Ho quindi scaricato, non appena disponibili, entrambe le demo per PS3 e X360 e, al di là di sterili commenti sulle differenze tra le due versioni, quello che traspare è il gameplay di un titolo che si preannuncia a dir poco strepitoso. Coloratissimo, vario, veloce, carismatico e dotato di un sistema di combo molto interessante (per quanto in larga parte derivativo, ma questo è un limite intrinseco al genere più che ai singoli giochi) Bayonetta pare seriamente l'action game dei sogni.

Per considerazioni approfondite sul reale livello di sfida (la demo è purtroppo limitata ai soli livelli di difficoltà easy/normal), così come per l'inevitabile confronto con le due pietre miliari del genere,
Ninja Gaiden e Devil May Cry, si dovrà ovviamente aspettare la release finale ma, per quanto mi riguarda, raramente l'entusiasmo per l'uscita di un videogioco si è assestata su questi livelli.

2 commenti:

Giuseppe Toki ha detto...

Sono nella medesima situazione, ricordo una simile sensazione quando giocai (24 volte) la demo di Devil may cry nel 2001...

Pierre ha detto...

Eh. Dai fratello che manca poco.

Posta un commento

 

Copyright © 2009 Single player nerd co-op Designed by csstemplatesmarket

Converted to Blogger by BloggerThemes.Net